POINT OF VIEWS

Dubrovnik, 11 Settembre ‘10

C’è voluto più d’un mese per cercare di riordinare le idee, ma v’avverto non riuscendoci del tutto.

Immerso a capofitto in questa nuova avventura, sembra quasi di non aver mai navigato,

tutto e niente è cambiato da prima.

Sei lunghi anni sono passati dalla prima volta per mare, ma le sensazioni nuove ci sono e sono più che evidenti, ora tocca solo farci l’abitudine, adattarsi alla nuova situazione e tirar dritto per la propria strada.

Un inizio comunque in diferita, una settimana per riscaldare i motori, prima di solcare a tutta forza il mare tra l’adriatico & l’egeo.

Tempo utile per scoprire Santorini, un lookout mozzafiato, tra bianco & blu, impressionante, una pita gyros non da meno, grazie Roby per la dritta 😉

Santorini Lookout – Aug. ‘10

Il sole d’agosto che picchia forte e il tentativo di percorrere la mulattiera per scendere giù sino al mare subito rientrato.

Semplicemente ripida, trafficata da simpatici “ciucchini” che lasciano i loro regalini un po’ ovunque, un aroma nell’aria da fogna di Calcutta, fattore difficoltà aumentato dagli immancabili nonnini che risultano muro invalicabile per un sorpasso tattico. Desisto subito.

La teleferica, ma che bell’invenzione!

Teleferica – Santorini Aug.’10

Certo meno avventurosa, ma decisamente più salubre e poi che vista !

Stesso giorno, diverse miglia più in là è il momento di Mykonos, ricordi indelebili d’una vacanza ormai lontana.

Era il 2003, l’ultime ferie da “terrestre” e poi rivista l’anno dopo già da navigatore nostrano.

Tra i vicoli quell’atmosfera unica, un groviglio indecifrabile, perdersi è un piacere, altro che gps.

Poi magari si ci ritrova in un ristorantino eccezionale, mangiarsi uno spaghettino allo scoglio da leccarsi i baffi in un cortile trasformato in sala ristorante sotto un cielo stellato che si intravede fra i rami d’ un albero di fichi.

Bissare qualche settimana dopo era un dovere, e al ritorno un’altra cena niente male …

Grigliata Mista – Mykonos Aug. ‘10

Sempre a caso, mai scegliendo il posto più facile, magari finendo sul porticciolo di pescatori.

Poi arriva Corfù, una visità lampo il tempo di catturare qualche foto, qualche scorcio da cartolina, respirare un aria diversa, molto diversa dalle altre isole elleniche e poi di nuovo sul tender per tornare a bordo.

Corfù – August ’10

Ma poi arriva la giornata più bella, uno di quei posti che ognuno se potesse dovrebbe vedere almeno una volta nella vita, Venezia.

L’oblot che si trasforma in un quadro d’autore, signori ecco a voi Piazza San Marco!

Una vista unica, semplicemente WOW !

Piazza San Marco – Venezia Sep. ‘10

Se poi vuoi vedere la “barcolana” quale migliore punto di vista del tuo comodo oblot in cabina …

Barcolana – Venezia Sep. ‘10

Non lontano dalle rovine di Olympia l’alba s’affaccia su Katacolon.

Sunset – Katacolon Aug. ‘10

Vogliamo poi dimenticare la perla della Croazia?  Dubrovnik !

Dubrovnik – Aug. ‘10

Già è passato un mese dalla partenza, e molti altri a meno di clamorosi colpi di scena cé ne saranno avanti, d’altronde come si può rinunciare ad un invitante ritorno via mare in sud america lasciato troppo in fretta lo scorso gennaio.

Avrò un punto di vista diverso, da navigatore, il viaggiatore può aspettare, anzi ringrazia, anche senza zaino in spalla sarà un avventura tutta da raccontare, il Navigatore Nostrano sarà qui pronto a raccontarla. B-)

Stay Tuned!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: